Come rimuovere il calcare

come rimuovere il calcare

Il calcare, come abbiamo visto nell’articolo “come si forma il calcare”, viene a formarsi per la durezza dell’acqua.

E’ un problema noto che si presenta spesso nelle nostre case quindi: come possiamo risolvere?

Una delle soluzioni più efficaci, che elimina il problema alla base senza possibilità di riproporsi, è quella di installare un anticalcare elettronico.

Perché installare un anticalcare elettronico

Fondamentalmente installare un anticalcare elettronico porta 4 grandi benefici.

Resistente nel tempo.
Una delle caratteristiche più apprezzate da chi installa un anticalcare elettronico è quella della resistenza di quest’ultimo: una volta installato possiamo aspettarci circa 20 anni senza nessun intervento tecnico. Nessuna spesa aggiuntiva.

Retroattivo.
Non è mai troppo tardi per installare un anticalcare elettronico! Il suo funzionamento permette di eliminare anche il calcare che si è già formato precedentemente. Ciò vuol dire che ogni momento è quello buono per iniziare ad eliminare il calcare e assicurarsi che questo non verrà più a formarsi: una soluzione a tutte le problematiche causate dall’acqua troppo “dura”, sia esistenti che future!

Sano.
Un’acqua non particolarmente dura è sinonimo di sano. Le incrostazione di calcare all’interno della tubazione, essendo ruvide, facilitano la formazione di biofilm e la creazione di batteri come la Legionella (un batterio che può farci ammalare di Legionellosi, che provoca l’infezione polmonare e si trasmette, per l’appunto, tramite l’inalazione o l’aspirazione di aerosol di acqua contaminata proveniente dai soffioni delle docce, rubinetti).

Ecologico.
Il funzionamento dell’anticalcare elettronico non implica l’utilizzo di nessuna sostanza chimica, per un ambiente più sano ed ecologico!

Altri metodi per eliminare il calcare (ma non sono efficaci per eliminarne definitivamente la ricomparsa).

Senza una soluzione definitiva il problema della formazione del calcare si ripresenterà periodicamente.

Esistono soluzioni per la rimozione temporanea del calcare, vediamo le più interessanti.

Per la Doccia ed i rubinetti possiamo eliminare regolarmente il calcare che si deposita nel soffione e nel rompigetto svitandoli ed immergendoli nell’aceto bianco ogni 3/6 mesi.
In questo modo il calcare venutosi a creare si scioglierà (aiutatevi con un vecchio spazzolino e risciacquate tutto con abbondante acqua fredda).
L’aceto bianco non danneggerà in alcun modo la rubinetteria ne sarà nocivo per la nostra salute.
Per un po’ ne sentiremo il suo odore ma questo svanirà in poco tempo.

Possiamo utilizzare l’aceto bianco anche con le caraffe e le stoviglie della nostra cucina: è consigliabile metterle a mollo in un recipiente di aceto bianco diluito in parte con dell’acqua calda. Il risultato sarà ottimo.

Per quanto riguarda i tappi degli scarichi, possiamo fare ricorso ad un ottimo alleato: il limone!
Strizzando il succo di limone sopra il calcare che si è venuto a formare e strofinando bene con una spazzola o un vecchio spazzolino riusciremo ad eliminarlo, almeno fino alla prossima formazione (quando dovremo ripetere di nuovo l’operazione).

Il calcare può formarsi anche nei fornelli a causa dell’ebollizione dell’acqua: in questo caso, invece di spremere il limone, possiamo tagliare delle fettine e strofinare direttamente con queste sulle parti interessate.

Questi 2 metodi sono completamente naturali e risolvono (almeno momentaneamente) il problema della formazione del calcare.

Come Funziona la Protezione Anticalcare Phasis

Il segnale ha un effetto ad ampio raggio su tutto il sistema di tubazioni dell'acqua

I depositi di calcare sono impediti da un campo elettromagnetico con impulsi ad alta frequenza

L'ingresso del segnale dei dispositivi Phasis è misurabile e la forza della funzione è verificabile

Phasis è rispettoso dell'ambiente ed ha un consumo di energia molto basso

Scopri come funziona l’anticalcare Phasis

Contattaci