Cos’è il calcare?

cos'è il calcare?

Il calcare, incubo di caldaie, elettrodomestici, piastrelle, lavelli e sanitari, è una roccia sedimentaria che nella sua composizione ha principalmente un elemento predominante: il minerale conosciuto come calcite.

Ce lo ritroviamo nelle nostre case fondamentalmente per un motivo ben preciso: l’acqua che scorre nelle tubature e raggiunge le nostre abitazioni non è pura al 100%, bensì ha una composizione mista di minerali che ne determinano la “durezza”; tra questi minerali, come accennato in precedenza, è presente la calcite, che possiamo identificare come la responsabile della formazione del calcare.

Phasis si differenzia dalle altre tipologie di condizionamento dell’acqua grazie al segnale che induce nelle tubazioni in grado di condizionare l’acqua in modo continuo e costante.

Il segnale che viene immesso ad alta frequenza nelle tubazioni impedisce l’accumulo di incrostazioni e biofilm all’interno delle tubazioni e delle apparecchiature e rimuove gradualmente i depositi esistenti, oltre ad avere anche un’azione antibatterica.

L’induzione del segnale viene eseguito da uno speciale trasduttore collegato ad un anello di ferrite. Proprio come un filo elettrico trasporta corrente dal punto A al punto B, l’acqua all’interno del tubo agisce come un conduttore e trasporta il segnale elettrico indotto attraverso l’intero sistema idrico. Le onde sinusoidali oscillanti del segnale indotto fanno sì che gli ioni caricati positivamente e negativamente formino cristalli sospesi nell’acqua, impedendo loro di attaccarsi alle superfici.

Come ci finiscono questi minerali nell’acqua?

L’acqua piovana scorre attraverso il sottosuolo e si arricchisce così di preziosi minerali e anche di carbonato di calcio, più noto come calcare. Maggiore è la quantità di bicarbonato di calcio che l’acqua raccoglie e maggiore è la sua durezza.

La durezza non incide direttamente sulla qualità dell’acqua ma può creare molti problemi negli elettrodomestici come la lavatrice, la lavastoviglie e la caldaia, oltre ai rubinetti e ai soffioni delle docce. In particolare si formano quelle incrostazioni calcaree quando l’acqua viene scaldata o quando c’è un calo di pressione.

Potrebbe essere utile effettuare un’analisi dell’acqua che raggiunge la nostra abitazione (analisi che può essere effettuata con un semplice kit, acquistabile anche online), per determinarne la durezza, che va da “dolce” (quantità di minerali ridotta), a “moderatamente dura” (quantità di minerali moderata) a molto dura (quantità di minerali cospicua). Più l’acqua risulterà “dura” più la formazione di calcare avrà consistenza.

Come Funziona la Protezione Anticalcare Phasis

Il segnale ha un effetto ad ampio raggio su tutto il sistema di tubazioni dell'acqua

I depositi di calcare sono impediti da un campo elettromagnetico con impulsi ad alta frequenza

L'ingresso del segnale dei dispositivi Phasis è misurabile e la forza della funzione è verificabile

Phasis è rispettoso dell'ambiente ed ha un consumo di energia molto basso

Scopri come funziona l’anticalcare Phasis

Contattaci